il Romanticismo


Vai ai contenuti

Conclusioni

Conclusioni

“Essere uno col tutto, questa è la vita degli dei, questo è il cielo dell’uomo. Essere uno con tutto ciò che ha vita, fare ritorno, in una beata dimenticanza di sé, nel tutto della natura, questo è il vertice dei pensieri e delle gioie, questa è la sacra vetta del monte, la sede dell'eterna quiete, ove il meriggio perde la sua afa e il tuono la sua voce e il mare infuriato assomiglia all'ondeggiare d'un campo di spighe”.
Hölderlin

Da quanto letto, il Romanticismo è un movimento in cui convivono aspetti anche opposti fra di loro come la reazione e la rivoluzione; il realismo e il poetico.

l Romanticismo esiste ancora oggi, non solo perché alcune sue esigenze sono universali, come l’aspirazione all’infinito, la sensibilità, l’angoscia del dubbio universale, l’inquietudine e l’insoddisfazione, lo scontro fra ideale e reale, ma anche per l’attuale individualismo attivo, che comporta l’autonomia dell’individuo, limitata però dalla piena padronanza che egli deve avere su se stesso e dal concetto della superiorità dell’interesse del tessuto sociale cui appartiene.


Torna ai contenuti | Torna al menu